AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Autoriparazione > Carrozzieri > News > Con nuove norme sul risarcimento penalizzati i carrozzieri e gli autoriparatori

News dalla 12 alla 21

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Con nuove norme sul risarcimento penalizzati i carrozzieri e gli autoriparatori
Data: 24/01/2012

Decreto “Cresci Italia” e liberalizzazioni: "Muore il carrozziere non fiduciario

tratto dal sito studilegali.it

L’articolo 30 comma 3 del decreto “Cresci Italia ” disciplina che “ in alternativa al risarcimento per equivalente, è facoltà delle compagnie assicurative offrire, nel caso di danni a cose, il risarcimento in forma specifica. In tal caso, se il risarcimento è accompagnato da idonea garanzia sulle riparazioni, di validità non inferiore a due anni per tutte le parti non soggette a usura ordinaria, il risarcimento per equivalente è ridotto del 30%”.

In sostanza, l’assicurazione provvede direttamente alla riparazione del veicolo sinistrato, rilasciando al suo assicurato una garanzia di due anni sulla riparazione eseguita attraverso il network fiduciario della compagnia. Obiettivo dichiarato del legislatore: ridurre il premio assicurativo per la responsabilità civile obbligatoria mediante conseguente ed evidente risparmio per le imprese assicuratrici.
Ma cerchiamo di capire cosa significa tale disciplina (vessatoria) per gli attori che ruotano intorno ad un sinistro e le ripercussioni che comporterà tale manovra, che a nostro modesto avviso non liberalizza il mercato ma lo"ingessa" di fatto e di diritto:

  1. per le compagnie assicuratrici;
  2. per i carrozzieri;
  3. per gli avvocati operanti nel comparto RCA;
  4. per gli automobilisti (consumatori finali).

1) VANTAGGI PER LE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE
Se l’ intenzione del legislatore è di fare risparmiare le compagnie assicurative non vi è dubbio che tale obiettivo sarà sicuramente raggiunto avendo, tra l’altro, accolto le richieste dell’ANIA.

  1. Come agiranno le compagnie assicurative in merito a questa norma? : Imporranno i propri prezzi alle imprese artigiane del settore della autoriparazione con notevole vantaggio.
  2. Scomparsa dei legali specializzati nel campo della RCA & agenzie di infortunistica stradale che assistono le parti danneggiate .

2) SVANTAGGI PER I CARROZZIERI
Le carrozzerie non saranno che un puro braccio operativo delle compagnie assicurative, perderanno la loro indipendenza imprenditoriale e dovranno, giocoforza, accettare i prezzi imposti dalle stesse. Non solo: le compagnie avranno, pure, il potere di decidere quali carrozzerie far vivere o sopravvivere. Inoltre, le compagnie chiederanno forti sconti sulla ricambistica, proponendo in alternativa la fornitura dei ricambi. Le compagnie potranno facilmente imporre l'utlizzo di ricambi di qualità equivalenti (ricambi non OE, ovvero non del costruttore automobilistico)
Adesso, con il risarcimento in forma specifica (resa di fatto obbligatoria da una sanzione pesante che impone una riduzione del 30%) il carrozziere sarà obbligato ad accettare le imposizioni delle compagnia assicuratrice. In parole semplici: prima il danneggiato poteva ottenere il pagamento della somma versata al carrozziere per poter riparare il mezzo ora il danneggiato non sarà più libero di decidere presso quale carrozziere riparare il mezzo ( prescindere da quali procedure di riparazioni e tipologia di ricambi) e, conseguentemente, il danneggiato dovrà recarsi presso la carrozzeria che la compagnia gli indicherà.
E' facile prevedere una guerra fra poveri in cui i carrozzieri faranno a gara per poter offrire alla compagnie i prezzi più bassi con possibile e probabile deterioramento della qualità della riparazione. Di fatto, le carrozzerie diventeranno una sorta di “dipendenti - precari” delle compagnie assicurative.
Il danneggiato sarà costretto a subire il risarcimento in “forma specifica” !
Le assicurazioni, in un colpo solo, avranno il potere di decidere la vita e la morte delle carrozzerie “fiduciarie” con conseguente perdita della indipendenza imprenditoriale.
Questo il Presidente del Consiglio Monti l'avrebbe dovuto ben capire, avendo ricoperto il ruolo di commissario europeo nonchè varato l'allora legge Monti per il settore automobilistico. Inoltre, tale provvedimento contrasta con il quadro comunitario che in tema di autoriparazioni in un proprio parere del settembre 2010, ha ribadito come debba essere garantita al danneggiato la libertà di scelta per le riparazioni al proprio veicolo.

3) SVANTAGGI PER AVVOCATI & IMPRESE DI INFORTUNISTICA STRADALE
Predetto provvedimento rappresenterà un colpo significativo per tutti quegli studi legali & agenzie di infortunistica che ora non riusciranno più a tutelare i danneggiati in quanto saranno, di fatto, estromessi dalla possibilità di tutelare i danneggiati .

4) SVANTAGGI /VANTAGGI , CONSEGUENZE E VANTAGGI PER I CONSUMATORI
Il consumatore perderà ogni controllo sul valore del danno, rinunciando alla qualità, professionalità e sicurezza della riparazione. In alternativa il danneggiato può rinunciare all’offerta e chiedere il risarcimento in “forma equivalente”, in questo caso l’assicurazione ridurrà del 30% l’importo del risarcimento.

VANTAGGI ??: i consumatori avranno come vantaggio la semplice e non compiutamente disciplinata promessa di una riduzione delle tariffe, senza dimenticare la GROSSA OPPORTUNITA' (ci domandiamo per chi?) dell'installazione della scatola nera i cui costi dovranno essere a carico della compagnia. Tuttavia, il Presidente MONTI ed il ministro Passera dimenticano come in un'azienda viene determinato il costo di un servizio/prodotto (polizza assicurativa): ovvero costi attivi + costo in termini di rischio + margine. Quindi, comunque il costo della scatola nera risulterà inevitabilmente a carico dell'assicurato. Però noi italiani siamo molto fortunati, il Presidente Monti è un economista mondiale mentre il ministro Passera è un uomo di mercato..... e l'Italia purtroppo non cambia !

Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Disciplinare marchio | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise