AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Benessere > Acconciatori > News > Prodotti alcolici: non obbligo licenza fiscale

News dalla 29 alla 38

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Prodotti alcolici: non obbligo licenza fiscale
Data: 10/02/2010

Confermata la non obbligatorietà della licenza fiscale per la detenzione di prodotti alcolici.

L’Agenzia delle Dogane ha divulgato, in data 24 dicembre 2009 la circolare nr. 24/D, in merito al regime impositivo sull’alcole etilico utilizzato per la profumeria alcolica e cosmetici, che chiarisce definitivamente la questione relativa alla detenzione di dette sostanze.

In particolare la circolare, al paragrafo 2, precisa che il DM 524 del 9/7/1996 prevede per l’attività di deposito l’obbligo di licenza e dei registri di carico e scarico unicamente per i prodotti sfusi ed intermedi, per qualsiasi quantitativo. Nessuna licenza né registri sono invece prescritti per l’attività di deposito dei prodotti finiti.

Tale chiave di lettura è altresì confermata dal paragrafo 3 della circolare, nel quale è chiarito che l’acquirente intracomunitario di prodotti finiti di profumeria alcolica condizionata, ottenuta con alcole denaturato, non ha bisogno di registrazioni, né è soggetto ad adempimenti contabili specifici.

Quanto, dunque, alle contestazioni mosse nei confronti di alcune imprese associate,si conferma che i cosmetici condizionati detenuti presso gli esercizi non sono soggetti all’obbligo della denuncia all’UTF e alla conseguente tenuta della contabilità, cartacea o telematica, né alla corresponsione del diritto di licenza.

Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise