AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Edilizia > News > Dalla Cassa Edile di trento importanti dati sulla situazione dell'edilizia nell'anno 2010

News dalla 37 alla 46

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Dalla Cassa Edile di trento importanti dati sulla situazione dell'edilizia nell'anno 2010
Data: 04/04/2011

L’approvazione del bilancio 2010 da parte del Consiglio Generale della Cassa Edile è stata, come sempre, l’occasione per delineare la situazione generale del settore.
I principali indicatori derivano dall’analisi del numero dei lavoratori, delle ore lavorate e delle imprese iscritte.

Manodopera attiva:

nel 2010 si è registrata la presenza di 15.344 lavoratori attivi (7.134 nelle imprese artigiane – 7.697 in quelle industriali), con un decremento di 313 unità rispetto al 2009 (- 2,00 %). Contestualmente il monte ore lavorate denunciate alla Cassa Edile ha registrato un leggero incremento pari a 316.783 ore, passando dalle 14.313.208 del 2009 alle 14.629.991 del 2010 (+ 2,21 %). La crescita delle ore lavorate accompagnata dal calo dei lavoratori attivi ha portato ad un incremento del numero medio delle ore annue lavorato per addetto, passate dalle 914 del 2009 alle 953 del 2010.

Presenza di lavoratori stranieri:

è ammontata a 5.381 operai (2009 = 5.417), pari al 35,07% del totale, confermando l’incidenza rilevata nell’anno precedente (34,60% nel 2009), con netta predominanza di Rumeni (1.332), Albanesi (1.123), Serbi (441), Macedoni (431) e Marocchini (346).

Mobilità dei lavoratori all’interno del settore:

si è evidenziato un leggero arretramento passando dalla percentuale del 8.07 % al 7.66 %; ciò sta a significare che nel corso dell’anno 1.176 operai (1.265 nel 2009) hanno cambiato almeno una volta ditta.

Mobilità extrasettoriale:

ha naturalmente evidenziato un livello marcatamente inferiore a quello già riscontrato negli anni precedenti e si è assestata al 19,39 % (20.30% nel 2009), registrando un’entrata di nuovi lavoratori pari a nr. 2.979 (3.179 nel 2009) ed un’uscita di 3.288 (4.433 nel 2009). Per nuovo lavoratore si intendo un operaio che per la prima volta ha ore denunciate alla Cassa Edile di Trento, indipendentemente dal suo precedente curriculum lavorativo).

Imprese iscritte alla Cassa Edile:

sono ulteriormente diminuite: si è passati dalle 2.512 del 2009 alle 2.394 del 2010 (- 4.70%), suddivise in:

703 imprese industriali (2009 = 746)

1.657 imprese artigiane (2009 = 1.725)

34 di varia configurazione, principalmente società cooperative (2009 = 41)

Media dei lavoratori per impresa:

è lievemente cresciuta, passando dai 6,23 operai del 2009 ai 6,41 del 2010. Complessivamente il numero degli operai occupati delle ditte artigiane è stato pari a 4,30 (4,23 nel 2009) per complessivi 7.134 lavoratori, mentre in quelle industriali il nemro medio è stato di 10,95 (10,24 nel 2009) per complessivi 7.697 lavoratori.

La riduzione del numero delle imprese + più marcato tra quelle provenienti da fuori provincia, che complessivamente ammontano a 451 unità (494 nel 2009); le province di provenienza più significative rimangono Bolzano (62), Brescia (45), Verona (34), Belluno (33) Treviso (32), Bari (29) e Padova (26).

Ore perse per morbilità:

hanno segnalato un leggero arretramento passando dalle 636.613 ore del 2009 a 621.268 del 2010 (- 2,41%). Sono stati interessati da eventi di malattia ed infortunio nr. 4.791 lavoratori (4.779 nel 2009), con una durata media di assenza dal lavoro di 130 ore.

Fonte: Bilancio 2010 Cassa Edile Trento

Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
Disciplinare marchio | Richiesta di concessione in uso del marchio |Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise