AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Impianti > Elettricisti > News > Smaltimento pannelli fotovoltaici

Ultime 10 news

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Smaltimento pannelli fotovoltaici
Data: 11/04/2014

Decreto legislativo 14 marzo 2014, n. 49 - attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

A partire dal 12 aprile 2014 lo smaltimento di tutti i pannelli fotovoltaici entra a far parte delle regole stabilite per i RAEE. Finora, infatti, solo gli impianti fotovoltaici con incentivi dovevano utilizzare pannelli prodotti da aziende associate a consorzi di riciclo, che quindi includevano già nel prezzo del pannello una quota per il loro corretto smaltimento. Ora l'obbligo di gestione del rifiuto in maniera controllata sarà esteso a tutti i moduli fotovoltaici a livello di prodotto, indipendentemente dall'uso che se ne farà e dalla presenza di incentivi o meno.

La definizione di pannello fotovoltaico è indicata all’art. 4 comma 1 lettera qq) 'rifiuti derivanti dai pannelli fotovoltaici': sono considerati RAEE provenienti dai nuclei domestici i rifiuti originati da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale inferiore a 10 KW. Detti pannelli vanno conferiti ai "Centri di raccolta" nel raggruppamento n. 4 dell'Allegato 1 del decreto 25 settembre 2007, n. 185; tutti i rifiuti derivanti da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale superiore o uguale a 10 KW sono considerati RAEE professionali.

Come è ben specificato nella definizione se la potenza nominale dell’impianto è inferiore a 10 KW i relativi pannelli fotovoltaici devono essere conferiti ai Centri di raccolta comunali.

Nel caso invece i pannelli siano inseriti in impianti di potenza superiore a 10 KW lo smaltimento spetta al produttore del pannello.

La raccolta ed il trasporto dei RAEE è sottoposta all’iscrizione all’Albo nazionale Gestori Ambientali nella specifica categoria RAEE.

Inoltre devono essere seguite le procedure e la documentazione prevista dal D.M. 8 marzo 2010, n. 65, in particolare il trasporto dei RAEE va accompagnato dal documento di trasporto conforme all’allegato II del D.M. 65/2010, e nel caso si effettui il raggruppamento dei RAEE presso la propria sede, prima del conferimento al centro comunale, è necessario tenere lo schedario di cui all’allegato I al D.M. 65/2010.

Il CER da attribuire ai pannelli fotovoltaici rifiuti dipende dal fatto che contengano o meno telloruro di cadmio e sostanze pericolose. E’ bene verificare la cosa con i fornitori dei nuovi pannelli.

RAEE PROVENIENTI DA NUCLEI DOMESTICI (impianti potenza < 10 KW)

200135*

apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, diverse da quelle di cui alla voce 200121 e 200123, contenenti componenti pericolosi

200136

apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, diverse da quelle di cui alle voci 200121, 200123 e 200135

Prima di procedere al trasporto dei RAEE al centro raccolta comunale si consiglia di sentire gli uffici comunali e chiedere se siano già a conoscenza delle nuove disposizioni di legge.

Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
Disciplinare marchio | Richiesta di concessione in uso del marchio |Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise