AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Trasporto > Autotrasportatori > News > Riposo settimanale degli autisti - Indicazioni operative - Chiarimenti Ministero Lavoro

News dalla 59 alla 68

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Riposo settimanale degli autisti - Indicazioni operative - Chiarimenti Ministero Lavoro
Data: 21/05/2015

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la circolare prot. 37/0007136 del 29 aprile u.s. ha fornito importanti chiarimenti in merito alla disciplina dei periodi di riposo settimanale ai sensi dell'articolo 8, paragrafo 6 del Regolamento (CE) 561/2006 ("Nel corso di due settimane consecutive i conducenti effettuano almeno: - due periodi di riposo settimanale regolare, oppure - un periodo di riposo settimanale regolare ed un periodo di riposo settimanale ridotto di almeno 24 ore. La riduzione è tuttavia compensata da un tempo di riposo equivalente preso entro la fine della terza settimana successiva alla settimana in questione").

In sintesi, la problematica riguardava la possibilità, in caso di riposo settimanale ridotto (almeno 24 ore continuative) di poterlo compensare (entro la fine della terza settimana successiva alla settimana in questione) anche in forma frazionata, invece che soltanto in un'unica soluzione.

Nella maggior parte delle lingue ufficiali del Regolamento (CE) 561/2006, il medesimo passaggio normativo impone esplicitamente che la fruizione del periodo di riposo settimanale a compensazione di quello eventualmente non goduto dall'autotrasportatore (21 ore al massimo, per il combinato disposto fra l'art. 4, lett. h) e l'art. 8, par. 6) avvenga "in blocco", cioè in una volta sola.

Il testo letterale della norma, nella maggior parte delle lingue ufficiali dell’Unione, non consente al datore di lavoro di ripartire in più frazioni il credito orario complessivo del lavoratore per le ore di riposo settimanale non goduto, come invece parrebbe consentito, in via interpretativa, dal testo della norma in lingua italiana.

Il Ministero del lavoro, con una propria recente circolare, ha precisato che il periodo di riposo equivalente (21 ore) preso a compensazione di un riposo settimanale ridotto va fruito “in blocco”, ovvero in una sola volta, sempre consecutivamente ad un altro periodo di riposo di almeno 9 ore.

Il Ministero del Lavoro, con la circolare suddetta, ha chiarito che dovrà essere sanzionata una compensazione non integrale del riposo settimanale ridotto ai sensi dell’art. 174, comma 7, secondo paragrafo del Codice della strada e che quindi detta compensazione deve avvenire in un'unica soluzione.


Riferimento per la notizia
Andrea de Matthaeis
0461-803715
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise