AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Gruppi > Giovani Imprenditori Artigiani > News > Della laurea ne ho fatto una “fotografia”

News dalla 2 alla 11

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Della laurea ne ho fatto una “fotografia”
Data: 22/12/2015

La storia di Matteo De Stefano.

Sempre più spesso, sentiamo di laureati e professionisti che, ad un certo punto della carriera, decidono di cambiare rotta e di seguire una strada completamente diversa, mutando anche radicalmente la propria realtà.

Una storia analoga è successa anche a Matteo De Stefano. All’età di ventotto anni, ha deciso di trasformare la passione per la fotografia nel lavoro della propria vita.

Incuriositi, lo abbiamo incontrato all’interno dello spazio Smac di Trento, un luogo di co-working dove lavora insieme ad altri professionisti del campo della comunicazione e del marketing.

Ciao Matteo, cosa ti ha spinto ad intraprendere questa professione?

"Mi sono avvicinato al mondo della fotografia gradualmente durante l’università -è dottorato in Biotecnologie Genetiche Vegetali, avevo bisogno di distrarre un po’ la mente, di manualità. Vivevo la fotografia dal lato più artistico e romantico con pellicola e camera oscura. Erano momenti magici e col tempo era diventata una vera e propria passione.

Qualche collaborazione con una rivista universitaria, qualche mostra e poi, finito il dottorato, la consapevolezza che quel mondo doveva diventare il mio lavoro. Per me è stata come una terapia: 'un’arte - terapia'".

E poi?

"Semplicemente, ho comprato una macchina fotografica, un computer ed ho iniziato a fare il fotografo! Certo, mi sono preparato con diversi corsi inizialmente, poi video e ricerche sul web. Tuttavia, l’abilità l’ho conquistata con l’esperienza ed io sono la prova che non c’è limite d’età all’avvio e alla realizzazione di nuovi progetti di vita.

La tradizione vuole che il fotografo sia orientato in un settore specifico, tuttavia ho cercato di trovare una modalità per coprire tutti gli ambiti. Mi butto in tutto, anche se cerco di non fare mai il passo più lungo della gamba. Ci metto sempre molta umiltà, ma è necessario anche un pizzico di coraggio."

Cosa consigli ad un giovane che vuole intraprendere la tua stessa professione?

"Sicuramente il primo consiglio è di seguire i propri sogni, perché, in questo modo, i risultati arrivano in maniera naturale, quasi senza rendersene conto. Tutti i pezzi si incastrano in maniera perfetta.

Il secondo è fare la differenza ed offrire qualcosa di nuovo rispetto agli altri. Questo non vuol dire sempre “inventare”, a volte è sufficiente prendere qualche tecnica vista da qualcun altro fuori ed adattarla al territorio in cui si propone.

Infine, è fondamentale innovarsi e stare al passo coi tempi. Credo fermamente nel valore aggiunto degli stagisti, veri e propri portatori di novità"

Cosa ti piace del tuo lavoro?

"Sicuramente la parte creativa, anche se il lavoro del fotografo non consiste solo nel momento dello scatto. Il semplice click con la macchina fotografica rappresenta solo il 5% della mia attività: passo tanto tempo in studio ad elaborare immagini e a preparare set, oltre che a promuovermi sui social network.

Dietro ad una bella foto c’è tanto lavoro non visibile e se io lavoro bene, è anche grazie a tutti i miei collaboratori."

Come vedi il tuo futuro?

"Devo dire la verità, il futuro lo vedo molto positivo, la società ragiona sempre più ad immagini e sempre meno in testo. Sono contento di sentirmi un imprenditore che riesce a guadagnare facendo ciò che più ama"

Un sogno lo hai realizzato e lo stai vivendo. Ne hai un’ altro?

"Effettivamente si, vorrei diventare un agricoltore. Nello specifico, mi piacerebbe coltivare zafferano o comunque qualcosa di bizzarro.

Credo che sia fondamentale tenersi aperti a diversi interessi. Non si sa mai dove ci porta la vita. Tra qualche anno quindi, potrebbe essere un’ulteriore strada che percorrerò."

Grazie.

Dalla storia di Matteo sono emersi diversi concetti interessanti. Il più affascinante sicuramente è quello dell’arte-terapia. Le passioni permettono un’espressione immediata, spontanea ed istintiva di noi stessi che non passa dall’intelletto, passa dal cuore.

http://www.matteo-destefano.it

Sede territoriale: Trento

Azienda: Matteo De Stefano Fotografo

Titolare: Matteo De Stefano, 39 anni

Categoria: Comunicazione / Fotografi e Videoperatori

Il consiglio: “Non è mai troppo tardi per ripartire ed inseguire il proprio sogno!”


Riferimento per la notizia
Debora Odorizzi
0461-803866
Allegati
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
Disciplinare marchio | Richiesta di concessione in uso del marchio |Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise