AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > News > L'ultimo numero della rivista l'Artigianato

News dalla 50 alla 59

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
L'ultimo numero della rivista l'Artigianato
Data: 08/06/2017

Artigianato e territorio

Abbiamo letto recentemente la quantificazione dei danni provocati dalla gelata di aprile che ha stroncato in Trentino la fioritura delle mele, delle viti e di molta frutta in genere. Nell’Alta Valsugana per le viti, nella Valle dei Laghi per la frutta si stima una perdita di raccolto del 20%; in Val di Non si stima addirittura una perdita di prodotto pari al 70%. In termini economici per il consorzio Melinda questo potrebbe significare uno stop del fatturato a 50 milioni di euro rispetto ai 250 dell’anno precedente. Un danno ingentissimo, che da un lato spinge la Provincia a chiedere lo stato di calamità naturale, ma che dall’altro preoccupa molte categorie economiche.

Infatti non stiamo parlando solo di un danno alle imprese dell’agricoltura, stiamo parlando anche di danno ai lavoratori dei consorzi, ai lavoratori stagionali, ai trasportatori, agli imballaggisti, a tutte le imprese di servizi e di manutenzioni collegate all’agricoltura. Un danno stagionale che rappresenta una mazzata per consumi, spese e investimenti di molte famiglie e di molte imprese; un danno che si allarga a quasi tutte le attività del territorio.

È risaputo che il Trentino non presenta un settore economico dominante (come i distretti industriali di altre regioni), ma presenta un tessuto economico variegato, costituito da un mix di settori economici profondamente intrecciati e interdipendenti. È questa la principale forza che permette al Trentino di attenuare le sferzate negative delle crisi economiche. Infatti, sul fronte dell’artigianato, possiamo individuare con precisione quasi scientifica dove lo sviluppo dell’artigianato è agganciato alla coltivazione della mela, dove alla coltivazione della vite, dove al turismo, dove alla subfornitura dell’industria.

Per questo motivo, la stessa attenzione che prestiamo alle nostre imprese e ai nostri settori, noi artigiani dobbiamo prestarla a tutte quelle attività economiche che con l’artigianato sono strettamente connesse. Stiamo parlando in pratica di attenzione al territorio, alle economie locali, a tutte quelle scelte politiche che valorizzano e indeboliscono il territorio in termini di ambiente, servizi, insediamenti produttivi con o senza ricadute locali. Ricordo infatti che il mercato degli artigiani è innanzitutto un mercato locale; solo un 2-3% delle imprese artigiane è in grado di rivolgersi ai
mercati esteri; tutte le altre vivono in simbiosi con il territorio.

Per questo è nostra convinzione che la gelata di aprile nelle campagne trentine non è un “affare dei contadini”, ma una questione che riguarda anche noi artigiani, in modo diretto e responsabile. Se vogliamo parlare di Sistema Trentino dobbiamo partire anche da queste semplici convinzioni.

Marco Segatta - Presidente Associazione Artigiani di Trento.


Riferimento per la notizia
Stefano Frigo
0461-803889
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise