AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI

News dalla 3 alla 12

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Nuova salvaguardia (la 6°) per i pensionati bloccati dalla riforma Fornero
Data: 02/12/2014

Come molti di voi sapranno, finalmente la legge N. 147/2014 relativa alla sesta salvaguardia a tutela degli esodati è stata approvata e il testo è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 246 dello scorso 22 ottobre.

Naturalmente, tutti coloro che sono direttamente interessati da questo importante provvedimento legislativo che offre la possibilità di ottenere l'accesso al trattamento pensionistico, si staranno chiedendo se sia già possibile inoltrare la domanda per ottenere tale beneficio.

A questo proposito occorre precisare che la legge N. 147/2014 è entrata ufficialmente in vigore solo a partire da giovedì 6 novembre, sarà consentito ai lavoratori di inoltrare la domanda per un periodo massimo di 60 giorni: ci sarà tempo, pertanto, fino al prossimo 5 gennaio 2015. A questo proposito c'è da precisare che il Ministero del Lavoro e l'Inps forniranno le istruzioni relative alla compilazione delle domande, al fine di facilitare il più possibile tale adempimento.

Riforma Pensioni, sesta salvaguardia esodati: la disposizioni della legge N. 147/2014.

In ogni caso, le domande dovranno essere presentate o all'Inps o alla Direzione territoriale del Lavoro, tramite il nostro patronato: trattandosi di una legge contenente normative di carattere generico, i lavoratori dovranno fare riferimento all'ultimo decreto del Ministero del Lavoro, datato 14 febbraio 2014, per conoscere le specifiche procedure che si applicano per le diverse categorie di lavoratori salvaguardati. Ricordiamo che tale decreto è stato pubblicato sul N.ro 89 della Gazzetta Ufficiale del 16 aprile 2014. Per quanto riguarda la procedura 'tecnica' delle operazioni, la legge N. 147/2014 ha disposto che l'Inps e il ministero del Lavoro operino costantemente in sinergia affinché si tenga monitorata la situazione relativa alle domande accolte e quelle che, viceversa, verranno respinte con l'indicazione delle motivazioni. E' stato disposto, inoltre, che il ministro del Lavoro debba inoltrare ogni anno alle due Camere (entro il 30 giugno) una relazione dettagliata dei provvedimenti presi relativi alla salvaguardia con particolare riferimento a quelle che saranno state le risorse economiche che verranno impiegate a copertura di tale disposizione.

Vi invitiamo a prendere contatto con i nostri uffici INAPA per capire chi sia il fortunato.

In allegato il testo.

Esodati   
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise