Al via la class action contro cartello costruttori dei tir: l’assemblea

Le Associazioni Italiane degli Autotrasportatori, tra le quali Confartigianato Trasporti, stanno scendendo in campo per supportare i propri associati in un’azione risarcitoria collettiva per il recupero del sovrapprezzo imposto dal Cartello dei produttori di autocarri, già sanzionati il 19 luglio 2016 dalla Commissione Europea.

Nell’odierno pomeriggio anche nella sede di Trento dell’Associazione Artigiani ha avuto luogo un’assemblea molto partecipata (150 le aziende presenti) a cui hanno preso parte Sergio Lo Monte – Segretario Nazionale di Confartigianato Trasporti e l’avvocato Gian Marco Solas – Fondazione olandese Omni Bridgeway.

Le società di autotrasporto e le imprese che hanno acquistato (o avuto in leasing) i propri autocarri (sia conto terzi che conto proprio) da almeno 6 tonnellate dai costruttori coinvolti (Volvo/Renault, Man, Daimler/Mercedes, Iveco, DAF, e Scania) nel periodo che va da Gennaio 1997 a Gennaio 2011, hanno potenzialmente diritto al risarcimento e al recupero del sovrapprezzo pagato.

L’azione non comporta nessuna spesa legale per gli associati delle Associazioni italiane, e verrà fatta in nome e per conto degli stessi da una Fondazione appositamente costituita da Omni Bridgeway, il più longevo litigation fund internazionale, che sosterrà tutte le spese legali e gestirà direttamente l’azione, sollevando gli autotrasportatori aderenti dai rispettivi oneri.

Le imprese italiane si uniranno a un’azione europea già instaurata da oltre un anno davanti al Tribunale di Amsterdam da Omni Bridgeway, assistita dallo studio legale Loyens & Loeff, uno dei primari studi legali internazionali per azioni di risarcimento del danno da cartello.

La Fondazione sarà supportata da un team di economisti di CEG, società di consulenza internazionale, che valuterà il danno incorso. Lo studio legale Osborne & Clarke Italia assisterà le Associazioni italiane e Omni Bridgeway negli aspetti di diritto italiano.

VEDI IL VIDEO DELL’ASSEMBLEA!

DATA DI PUBBLICAZIONE

01.03.2019

REFERENTE

Andrea de Matthaeis
Categorie

CONDIVIDI LA NOTIZIA