AUTOTRASPORTO – Violazione del divieto di riposo settimanale regolare in cabina: le sanzioni

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato una circolare con la quale ha reso di fatto operativo in Italia il divieto di riposo settimanale regolare (45 ore) in cabina.

Com’è noto, la Corte di Giustizia UE, con sentenza del 20 dicembre u.s., ha stabilito che nel settore dei trasporti su strada i conducenti non possono effettuare a bordo del veicolo il periodo di riposo settimanale regolare.

Il Ministero dell’Interno chiarisce che, nel caso in cui a seguito di un controllo su strada si accerti che il riposo settimanale regolare è stato goduto a bordo del veicolo, potrà essere

contestata la violazione prevista dall’art. 174, comma 7, C.d.S., nell’ipotesi più grave indicata nel terzo periodo (sanzione pecuniaria da 425 a 1.701 euro).

La violazione può essere accertata solo nel momento in cui viene commessa e ad essa consegue il ritiro dei documenti di guida con intimazione a non riprendere il viaggio fino al completamento del riposo settimanale nella modalità corretta.

DATA DI PUBBLICAZIONE

04.05.2018

REFERENTE

Andrea de Matthaeis
Categorie

CONDIVIDI LA NOTIZIA