TRASPORTO PERSONE – Mobilitazione degli NCC

Dopo l’incontro con il Sottosegretario al MIT Michele Dell’Orco sulle problematiche del settore Taxi e NCC — avvenuto lo scorso 9 novembre — la categoria del Noleggio con conducente si è mobilitata contro la famosissima norma del 29 1 quater. Questa norma, che vincola gli NCC ad un rispetto molto formale della legge-quadro del trasporto pubblico non di linea (legge n. 21/1992), obbligando al rientro in rimessa al termine del servizio ed imponendo un controllo al foglio cartaceo delle prenotazioni dei servizi, era stata nel passato più volte reiterata al fine di permettere al Governo di riformare la legge 21. Ancora una volta si è registrata una rottura dei due settori d’attività all’interno del trasporto pubblico non di linea (Taxi e NCC) per l’incapacità di presentare soluzioni condivise agli operatori del settore. Confartigianato Trasporto Persone persegue nella sua azione azione sindacale che è caratterizzata da una proposta di equilibrio tra le due categorie. Tale proposta è stata articolata in 13 punti che rappresentano i principi di riforma della 21. Recentemente il Presidente degli auto bus operator Mauro Beccherle ed il Presidente dei Taxi Alessandro Nordio hanno illustrato al MIT due iniziative normative che potrebbero sbloccare l’attuale situazione di conflitto . Esse riguardano una norma che regolamenti l’operatività delle piattaforme on line ed una che introduca un registro nazionale dei titolari di licenze ed autorizzazioni nonché dei veicoli utilizzati per i servizi al fine di poter programmare a livello territoriale l’integrazione tra il Trasporto Pubblico di linea e non di linea nell’interesse di una più efficiente mobilità urbana .

DATA DI PUBBLICAZIONE

04.12.2018

REFERENTE

Andrea de Matthaeis
Categorie

CONDIVIDI LA NOTIZIA