Affidamento diretto fino a 150.000 euro e obbligo MEPAT sopra i 5.000 euro

Anche nella nostra Provincia sono state adottate le norme che prevedono semplificazioni in tema di appalti pubblici introdotte dalla Legge di bilancio nazionale.

La legge di bilancio nazionale (vedi la news) aveva infatti introdotto importanti norme che hanno richiesto un urgente intervento di adeguamento della norma provinciale, al fine di renderle operative anche nel nostro territorio.

Dopo la discussione al Tavolo appalti, in cui siede anche la nostra Associazione, con la Legge Provinciale n. 1 del 12.02.2019 sono state così approvate due semplificazioni in tema di appalti pubblici:

1) E’ stata aumenta la soglia dell’affidamento diretto per una fascia di appalto compresa tra i 40mila e i 150mila euro (più IVA) prevedendo la possibilità per i Comuni e gli Enti locali di effettuare una consultazione informale (senza obbligo di gara di appalto) tra solamente 3 imprese.

La norma (art. 11 della L.P. 1/2019) ha carattere transitorio e sarà valida fino al 31.12.2019.

Ricordiamo che, sotto la soglia di 40.000 Euro, è invece consentito l’affidamento diretto anche senza previo sondaggio informale.

Questa modifica normativa appare particolarmente importante anche alla luce dell’assegnazione di circa 400 milioni di euro a tutti i comuni, in misura differenziata sulla base della popolazione, di contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale (vedi la news sul nostro sito).

2) Altra modifica normativa per il MEPAT laddove – all’art.36 ter 1 comma 6 della L.P. 23/1990 – viene alzata a 5.000 Euro la soglia obbligatoria (precedentemente fissata in Euro 1.000) al di sopra della quale le stazioni appaltanti sono obbligate a riferirsi al mercato elettronico per acquistare beni e servizi.

Al di sotto di tale soglia, quindi, le stazioni appaltanti possono derogare al mercato elettronico, sia nazionale che provinciale.

 

DATA DI PUBBLICAZIONE

22.02.2019

REFERENTE

Marzia Albasini
Categorie

CONDIVIDI LA NOTIZIA