Edilizia – Elemento Variabile della Retribuzione: le novità

Con accordo tra le Parti Sociali di data 23 maggio 2019 sono state confermate le aliquote dell’E.V.R. (Elemento Variabile della Retribuzione) fino ad ora applicate anche per le retribuzioni a decorrere da giugno c.a..

La misura dell’E.V.R. rimane pertanto confermata nella misura lorda del 4,1% dei minimi di paga base in vigore alla data del 1°luglio 2015.

Si evidenzia che per gli operai e per gli apprendisti operai l’E.V.R. sarà corrisposto nuovamente dalla Cassa Edile di Trento attraverso gli accantonamenti mensili che l’impresa deve effettuare entro 25 giorni dalla fine di ciascun periodo di paga.

La Cassa Edile accrediterà sul conto del singolo lavoratore gli accantonamenti effettuati a titolo di E.V.R. e provvederà ad erogarli al lavoratore in 2 quote annuali.

Per gli impiegati e gli apprendisti impiegati l’E.V.R. continuerà ad essere corrisposto mensilmente direttamente dall’impresa contestualmente al pagamento agli stessi della retribuzione.

L’Accordo ha validità, a partire dall’accantonamento mensile in Cassa Edile riferito al mese di giugno 2019 da effettuarsi entro il 25 luglio c.a..

In pdf copia del verbale di accordo per l’attuazione dell’E.V.R. 2019.

23 maggio 2019 verbale accordo attuazione elemento ecc

DATA DI PUBBLICAZIONE

05.06.2019

CONDIVIDI LA NOTIZIA

REFERENTE

Deborah Battisti
Associazione Artigiani