Emergenza coronavirus: NOVITA’ PROVINCIALI PER GLI APPALTI PUBBLICI

Per sostenere le imprese a fronte dell’emergenza coronavirus, la P.A.T. con la nuova L.P. 2 del 23.03.2020, ha messo a punto una serie di misure valide per 24 mesi, fino al 24 marzo 2022.

 

Per gli appalti pubblici sono state introdotte norme per velocizzare le procedure di gara ed i controlli (art.4, art.5 e art.7).

 

Tra gli interventi particolarmente apprezzati rientrano le norme, richieste dalla nostra Associazione, che premiano la vicinanza territoriale delle imprese e la filiera corta. Vengono inoltre introdotti criteri che favoriscono negli appalti le imprese che coinvolgono subappaltatori e fornitori del territorio.

Ciò  vale sia per gli appalti sopra soglia comunitaria (art.2) sia per quelli di importo inferiore alla soglia di rilevanza europea (art.3)

 

Altra norma particolarmente rilevante quella che, in parziale accoglimento di una nostra richiesta, consente alle amministrazioni di provvedere al pagamento agli appaltatori delle opere già realizzate, anche in deroga alla normativa che magari prevede liquidazioni solo a fine lavori. (art.7 comma 6).

 

Per approfondimenti leggi l’analisi degli articoli che ha predisposto l’ufficio appalti.

L’ufficio appalti rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari e per la valutazione dei bandi/inviti di gara specifici.

 

LP2 Analisi articoli rilevanti per gli appalti pubblici, a cura di Ass. Artigiani

Circolare PAT_legge 2

DATA DI PUBBLICAZIONE

26.03.2020

CONDIVIDI LA NOTIZIA