Datori di lavoro: cosa cambia dal 1° gennaio 2022 dopo la Manovra

La Legge di Bilancio 2022 è in vigore dal 1° gennaio 2022, fatte salve diverse decorrenze specifiche: di seguito si riporta un breve sunto delle disposizioni di maggiore interesse per i datori di lavoro.

Le novità più importanti per i datori di lavoro

Le novità più importanti introdotte dalla Manovra finanziaria recentemente approvata riguardano le seguenti tematiche:

  • Riforma della tassazione Irpef
    La legge di Bilancio 2022 riduce, a decorrere dal periodo d’imposta 2022da 5 a 4 le aliquote Irpef e ridisegna le detrazioni per tutte le tipologie di reddito;
  • Limite alle compensazioni di crediti fiscali e contributi;
  • Incentivi per l’assunzione di beneficiari di reddito di cittadinanza;
  • Riduzione dell’aliquota contribuiva a carico dei lavoratori;
  • Congedo di paternità obbligatorio e facoltativo;
  • Esonero contributivo per le lavoratrici madri;
  • Riduzione dell’età massima per l’apprendistato professionalizzante per le società sportive;
  • Riforma degli ammortizzatori sociali
    In questo caso sono stati stanziati circa 3 miliardi di euro nel 2022 per la riforma del sistema degli ammortizzatori sociali: le novità principali riguardano l’estensione del campo di applicazione e l’aumento dei sussidi di disoccupazione. L’estensione dell’utilizzo delle integrazioni salariali poi riguarda tutte le tipologie di apprendistato ed i lavoratori a domicilio. Un’ulteriore novità viene introdotta in riferimento al requisito di anzianità che il lavoratore beneficiario di integrazioni salariali deve possedere, ossia l’anzianità minima di effettivo lavoro alla data di presentazione della domanda di concessione è pari a 30 giorni (fino al 31.12.2021 erano 90 giornate);
  • Maternità di lavoratrici autonome e parasubordinate;
  • Incentivo per l’assunzione di beneficiari del nuovo trattamento straordinario di integrazione salariale;
  • Apprendistato professionalizzante con lavoratori beneficiari di trattamenti straordinari di integrazione salariale.
    A decorrere dal 1° gennaio 2022, ai fini della loro qualificazione o riqualificazione professionale, è possibile assumere in apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, anche i lavoratori beneficiari del trattamento straordinario di integrazione salariale;
  • Tirocini
    Entro 180 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio Governo, Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano dovranno definire nuove linee guida condivise in materia di tirocini diversi da quelli curricolari.

 

👉 Per tutti i dettagli delle misure sopra riassunte, ti invitiamo a scaricare qui il nostro documento completo 👈

 

 

Hai bisogno di ulteriori informazioni?

Per informazioni, chiarimenti o consulenza sulla modulistica puoi rivolgerti a:

  • per Aziende associate che hanno il servizio paghe con l’Associazione – contatta i tuoi consulenti:

Franca Devigili: 0461803710f.devigili@artigiani.tn.it

Lorenzo Mittempergher: 0461803821 – l.mittempergher@artigiani.tn.it

  • per Aziende associate che NON hanno il servizio paghe con l’Associazione, contattare i propri consulenti del lavoro oppure area politica del lavoro e contrattazione:

Deborah Battisti: 0461 803729 – d.battisti@artigiani.tn.it

 

DATA DI PUBBLICAZIONE

05.01.2022

CONDIVIDI LA NOTIZIA