AREA RISERVATA AGLI ASSOCIATI
sei in: Home > Categorie ed Aggregazioni > Categorie > Internazionalizzazione > News > Internazionalizzazione: il contributo per le micro, piccole e medie imprese!

News dalla 10 alla 19

News
Condividi su Twitter Condividi su Facebook Invia per email
Internazionalizzazione: il contributo per le micro, piccole e medie imprese!
Data: 27/07/2015

Definiti i criteri e le modalità per la concessione dei contributi a fondo perduto per servizi e consulenze a supporto delle aziende che vogliono sviluppare un mercato all’estero.

Finalità

Sostenere le aziende con un contributi sui costi di consulenza per lo sviluppo del proprio mercato estero (“attività di studio, progettazione e gestione di processi e programmi su mercati esteri” ).

Il voucher per l’internazionalizzazione è una opportunità per le imprese per sviluppare il proprio business all’estero e consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher per le PMI che introducono nella loro organizzazione un Temporary Export Manager capace di sviluppare un mercato estero.

L’iniziativa è promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico con uno stanziamento finanziario di 19 milioni di euro.

Chi può chiedere il contributo

Le micro, piccole e medie imprese, anche in forma di società cooperativa, e le reti d’impresa che hanno realizzato un fatturato non inferiore a 500.000 euro in almeno uno degli ultimi tre esercizi approvati.

La soglia minima di fatturato non si applica alle start-up.

Una quota delle risorse stanziate verrà riservata alle PMI che hanno iniziato il percorso di internazionalizzazione partecipando ai Roadshow per l’internazionalizzazione organizzati dall’ICE-Agenzia e che hanno acquisito una valutazione di sufficiente potenzialità di internazionalizzazione, con data non anteriore ai 3 mesi precedenti il termine per la presentazione della domanda.

I contributi stanziati

Un primo bando, già attivo e per un importo complessivo di 10 Milioni di euro, prevede la concessione di un voucher di 10 000 euro per l’inserimento in azienda di un Temporary Export Manager per un periodo di almeno sei mesi, con a carico dell’azienda beneficiaria una quota di cofinanziamento di almeno 3 000 euro.

Un secondo band, per un importo complessivo di 9 Milioni di euro oltre alle risorse eventualmente non assegnate nella prima trance, prevede – oltre ai voucher di 10mila euro per le imprese che presentano per la prima volta la domanda di partecipazione – anche ulteriori contributi con voucher di 8mila euro per le aziende già beneficiarie dei contributi del primo bando, in questo caso con una quota di cofinanziamento di almeno 5mila euro.

I consulenti

I Temporary Export Manager dovranno provenire da società di consulenza selezionate e inserite in un elenco che il Ministero pubblicherà a partire dal 1° settembre. Alcuni consulenti sono accreditati anche dalla nostra Associazione. Per maggiori informazioni potete rivolgervi al nostro Ufficio Internazionalizzazione.

Referente: Veronica Costa (tel. 0461.803/888; email: v.costa@artigiani.tn.it )

Come presentare la domanda

Le imprese interessate dovranno seguire la procedura stabilita dal Ministero:

- a partire dalle ore 10.00 del 1° settembre 2015 le aziende potranno registrarsi tramite la procedura informatica disponibile nella sezione “Voucher per l’internazionalizzazione” del sito del Ministero (www.mise.gov.it)

- dalle ore 10.00 del 15 settembre le imprese, acquisita la password di accesso con la procedura di registrazione, potranno avviare e completare le fasi di compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni

- le istanze di accesso finalizzate e firmate digitalmente dovranno essere presentate esclusivamente on-line a partire dalle ore 10.00 del 22 settembre 2015 e fino al termine ultimo delle ore 17.00 del 2 ottobre 2015.

Sarà possibile presentare una sola domanda per impresa. Il Ministero procederà all’assegnazione dei voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili, tenuto conto delle riserve e della sussistenza dei requisiti di ammissibilità.

Ai fini della fruizione della agevolazione l’impresa beneficiaria dovrà presentare, sempre tramite la procedura informatica, il contratto stipulato con la società scelta.

Ai fini dell’erogazione del contributo - che avverrà a saldo e in una unica soluzione - l’impresa beneficiaria dovrà presentare la documentazione necessaria alla rendicontazione della spesa.

Per maggiori informazioni contattare: Veronica Costa (tel. 0461.803/888; email: v.costa@artigiani.tn.it )


Riferimento per la notizia
Veronica Costa
0461-803888
Fanno parte del Sistema Artigianato Trentino
Fanno parte del Sistema Confartigianato
 
Certificazioni

 
© 2016 - Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento
via Brennero 182, Trento - Tel.+390461803800 -Fax +390461824315 -info@artigiani.tn.it P.IVA 00469060222
termini e condizioni | Disciplinare marchio | Richiesta di concessione in uso del marchio |Social Media Policy | cookie policy | site map
realizzato da Net Wise